SEMINARIO ECM DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

LA TERAPIA NEUROPSICOMOTORIA NEI DISTURBI DELLO SPETTRO AUTISTICO

SECONDO IL MODELLO OPeN

19 luglio 2019 – 9:30 -16:30

Sede: Hotel Enea, via del Commercio 1, Aprilia (LT)

 

Contenuti: Il Modello OPeN, messo a punto e manualizzato da G. Gison, A. Bonifacio, E. Minghelli [Gison et al, 2012], adotta l’osservazione semistrutturata, la Scheda di Osservazione/Valutazione Neuropsicomotoria (SON), come strumento per la definizione del profilo di sviluppo e l’individuazione dei punti di forza o competenze emergenti e di debolezza in 5 aree (affettivo-relazionale, comunicativo-linguistica, motorioprassica, neuropsicologica, cognitiva) e la registrazione delle atipie comportamentali.

Il corso prevede la presentazione di casi in prospettiva longitudinale così da consentire ai partecipanti l’analisi del percorso terapeutico in bambini con disturbi dello spettro autistico ma con differenti traiettorie evolutive.

 

Docenti

Giovanna Gison, Formatrice, Psicologa, Terapista della Neuro e Psicomotricità

Andrea Bonifacio, Formatore, Psicologo, Terapista della Neuro e Psicomotricità Partecipanti

 

ECM: 6 crediti ECM previsti

Per Medici, pediatri, neuropsichiatri infantili, psicologi, terapisti della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva, educatori professionali, logopedisti, terapisti occupazionali, educatori professionali.

Numero partecipanti: corso a numero chiuso 

Si consiglia di contattare la segreteria organizzativa prima di effettuare il bonifico ed avviare le procedure di iscrizione.

 

PER MAGGIORI INFORMAZIONI: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

 

 

 

IL METODO SPAZIO-TEMPORALE DI IDA TERZI: DAL CORPO ALLA MENTE

“LA RIABILITAZIONE NEUROMOTORIA E NEUROPSICOLOGICA”

(durata:60 ore + 5 ore)

 

Responsabili scientifici

Bonelli Luigia (insegnante di Scuola Primaria, Formatore senior, componente Comitato Garanti)

Molino Barbara Maria (fisioterapista, Formatore senior, componente Comitato Garanti)

 

Docenti titolari

Marenzi Adriana (insegnante di scuola Primaria, formatore senior, componente Comitato Garanti)

Molino Barbara Maria

 

Descrizione del corso

Il Corso, di tipo teorico-pratico, è indirizzato agli operatori sanitari che si occupano della Riabilitazione in età adulta ed evolutiva e agli Operatori Terzi Base ed avanzato che desiderano approfondire la valutazione dei disturbi motori e neuropsicologici e la loro riabilitazione attraverso l'intervento con il Metodo Terzi.Questi ultimi, avendo già frequentato il Corso base, potranno partecipare solo alla seconda parte del Corso (riabilitazione NRM e NPS).

La parte iniziale del Corso permette di sperimentare gli esercizi senso - motori elementari finalizzati:

- alla organizzazione dello Spazio Personale, Peripersonale ed Exrtrapersonale

- alla loro graduale integrazione per la creazione consapevole delle immagini mentali di tipo propriocettivo e visuospaziale

- alla verifica del loro sviluppo attraverso l’analisi di appropriate rappresentazioni che si restituiscono dopo ciascun esercizio

- all' organizzazione temporale, con particolare riferimento all'organizzazione ritmica motoria e deambulatoria.

Successivamente, attraverso attività individuali e di coppia, si sperimenteranno gli esercizi specifici per la creazione e la manipolazione di Immagini Mentali e altre attività atte a favorire la costante integrazione tra Pensiero analogico-spaziale e Pensiero logico-verbale.

Inoltre i corsisti impareranno ad individuare e a valutare, in prima valutazione con il Metodo Terzi, gli aspetti relativi ai disturbi motori e neuropsicologici nei soggetti in carico.

In fase finale, attraverso la visione e la discussione in piccolo gruppo di casi clinici, i partecipanti potranno esercitare le competenze acquisite durante il corso:

- registrando e valutando le risposte dei soggetti presi in esame

- individuando il problema principale

- programmando l'intervento riabilitativo individualizzato.

 

Calendario

5-6 ottobre 2019 (15 ore)

19-20 ottobre 2019 (15 ore)

9-10 novembre 2019 (15 ore)

23-24 novembre 2019 (15 ore)

1 oppure 8 febbraio, 2020 (5 ore) (da concordare con i corsisti)

 

 

Orario

Sabato:9.00/13.00-14.00-18.00

Domenica: 9.00/13.00-14.00-17.00

Incontro di 5 ore: 9.00-14.00

 

Sede

Associazione Stefania-via Fabio Filzi, 2

Lissone (MB)

 

 

HOTEL DEI CONGRESSI

VIALE SHAKESPEARE, 29 (EUR Fermi)

 

VENERDÌ  27 SETTEMBRE 2019

WORKSHOP TEORICO E PRATICO-ESPERIENZIALE

H 14,00 – 19,00

“ESPERIENZA SOMATICA E SVILUPPO SENSOMOTORIO DEL FETO E DEL NEONATO”

Con Roberta Bassani e Vera Parodi

 

*

 

SABATO 28 SETTEMBRE 2019

4° CONVEGNO NAZIONALE

 H 8.30 – 19,00

“ASSISTERE LA DIADE MADRE-BAMBINO”

Integrazione delle professioni e degli aspetti fisiologici per una migliore care

PROGRAMMA

8.00    Registrazione

8.30    La diade: sistema semplice o complesso? Perché servono integrazione e sinergia

           Martina Carabetta, IBCLC – Roma

9.00    Quando la mamma è una puerpera. L’importanza dimenticata delle prime settimane

            Irene Bisignano, ostetrica – Roma

10.00  Postura nel feto e nel neonato: endo- ed esogestazione e segnali di attenzione per l’operatore perinatale

            Vera Parodi, osteopata ROI – Roma

10.45   Case report sui problemi di suzione: quando i professionisti lavorano insieme

11.00    Coffee Break    

11.20   L’equilibrio delle funzioni orali nel neonato e nel bambino

             Chiara Piscitelli, logopedista – Roma ed  Elisa Buzzi, dentista ortodontista – Pavia

13.20   Pranzo

14.45   Formazione degli specializzandi in pediatria: presentazione del primo progetto italiano

             Andrea Parri, pediatra – Siena

15.00   Come nasce la diade: biologia del bonding

              Annamaria Moschetti, pediatra – Taranto

16.00   Paced bottlefeeding – interferenza dell’uso dei biberon e come minimizzarlo

              Martina Carabetta, IBCLC – Roma

16.40   Dall’onnipotenza all’empowerment. Rimettere la mamma al centro

              Antonella Sagone, psicologa – Roma

17.20   Strumenti pratici per migliorare il nostro approccio professionale

              Mirta Mattina, psicologa, psicoterapeuta – Roma

18.45    Conclusioni, post test e saluti

19.00    Chiusura del convegno

Regolamento per la concessione del patrocinio ANUPI TNPEE

Regolamento per la concessione del patrocinio ANUPI TNPEE

  REGOLAMENTO per la concessione del patrocinio e per l’uso del nome e del logo associativo di ANUPI TNPEE.   Art.1 – FINALITA’ 1) Il presente regolamento disciplina i criteri e le modalità per la concessione del patrocinio con l’uso del nome e del logo associativo da parte di ANUPI TNPEE, in riferimento ad iniziative promosse da altri soggetti, nonché l’adesione ad enti ed organismi, che abbiano particolare rilevanza e siano di specifico interesse per la Professione, ai fini di salvaguardare l’immagine dell’Associazione e normare i rapporti istituzionali con soggetti esterni.   Art.2 – PATROCINIO: DEFINIZIONE E AMBITI 1) Il patrocinio si configura come un’attestazione di riconoscimento e di adesione a iniziative proposte da terzi e ritenute meritevoli per la promozione della Professione, nonché per il valore sociale, culturale e scientifico dei temi proposti, all’interno degli ambiti di intervento dell’Associazione. 2) Il patrocinIo è concesso a titolo gratuito e si esercita mediante apposizione del nome e del logo associativo su manifesti, locandine, pieghevoli, pubblicazioni, web, materiale divulgativo vario, secondo le modalità indicate nell’Allegato 1. 3) La concessione del patrocinio non impegna sul piano economico l’Associazione, né garantisce la messa in campo di servizi di supporto o altre obbligazioni, salvo quando specificamente indicato nella lettera di concessione del patrocinio.   Art. 3 – CRITERI PER LA CONCESSIONE DEL PATROCINIO 1) Il patrocinio ...