BANCA DATI Co.Ge.A.P.S. e CERTIFICAZIONI

 

 

 Da alcuni giorni la segreteria ANUPI ha ricevuto da parte del Co.Ge.A.P.S. (banca dati nazionale dei crediti ECM) le prime certificazioni riguardo all’adempimento della formazione ECM dei propri iscritti, tale certificazione viene rilasciata a tutti coloro che nel triennio 2011/2013 hanno assolto l’obbligo formativo che prevedeva l’acquisizione di 150 crediti.

A breve sarà completato ad opera del Co.Ge.A.P.S., l’invio dei rimanenti certificati, ANUPI invierà in seguito ai propri associati tali certificazioni.

Ci preme sottolineare l’importanza di questo evento che accade per la prima volta dall’istituzione degli ECM, che in questi anni è andata perfezionando sempre più il proprio valore e la propria portata.

Riteniamo che tale evento sia di grande rilievo in quanto questa certificazione diventa garanzia per l’utenza, garantendo che il professionista è costantemente aggiornato rispetto alla propria professione. Coloro che non hanno assolto l’obbligo dei 150 crediti avranno in ogni caso un’attestazione riguardante i crediti acquisiti.

 

In questa prima esperienza ci sembra importante sottolineare alcuni dati che ci paiono particolarmente significativi:

  • l’87% dei loro iscritti, dal 2008 al 2013, ha seguito una formazione ECM, iscrivendosi mediamente a 4 corsi all’anno, rispetto ai non iscritti che in media ne hanno frequentati solo 2, quindi il 50% in meno.
  • gli iscritti alle Associazioni sono attualmente 31,3% certificabili, a differenza dei non iscritti che sono solo l’8.5%.

 Ci sembra di poter rilevare inoltre che questi risultati evidenziano la cura che le Associazioni dedicano nei confronti della formazione dei propri associati, mostrando anche un’attenzione particolare dell’ANUPI nelle proposte realizzate, che raccogliendo i bisogni, le necessità e i desideri degli associati, è in grado di  trasformarli in eventi formativi significativi, dando loro il dovuto riconoscimento ECM.

Di seguito si propone un riassunto delle principali tappe dell’istituzione ECM per comprenderne meglio il senso e le sue modalità. Tale lavoro è frutto di una accurata ricerca sui siti più autorevoli che trattano di questi argomenti.

Per ulteriori approfondimenti si rimanda al sito del Co.Ge.A.P.S., a quello del Ministero della Salute e a quello dell’Agenas, nei quali è possibile trovare anche tutta la legislazione vigente in materia.