Disabilità e scuola. Tra inclusione e prevenzione, l’intervento del Terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva (Tnpee)

Disabilità e scuola.

Tra inclusione e prevenzione, l’intervento del

Terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva (TNPEE)

Fonte: Giornale Sanità

All’interno di situazioni quali nido, asilo e scuola primaria, il Terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva (Tnpee) può fare la propria parte sia per una migliore inclusione sia in chiave preventiva.

In ottica preventiva invece, l’inserimento stabile del Tnpee nelle suddette realtà scolastiche permetterebbe il riscontro precoce di eventuali segnali di rischio o di un disturbo neuropsichico. Attuando interventi di screening sui gruppi classe, il Tnpee avrebbe modo di individuare anzitempo tali bambini. Questo permetterebbe alle famiglie di attivarsi prontamente per l’inizio del trattamento neuropsicomotorio e al terapista di avviare fin da subito una collaborazione con l’istituzione scolastica.

Purtroppo ad oggi l’intervento del Tnpee nei contesti educativi e scolastici non è formalizzato, ma è lasciato all’iniziativa personale dello stesso o delle insegnanti che ne richiedono la presenza proprio per agire in maniera sinergica e parallela al trattamento.

Continua a leggere