Arrivano le prime “inammissibilità” dell’emendamento sull’esenzione dall’iscrizione agli Albi per i professionisti sanitari senza titoli ma già in attività

La legge 3/2018 è nata per sanare un vuoto legislativo che poneva tutte le professioni sanitarie della prevenzione, tecniche e della riabilitazione, in una posizione precaria, in cui tutela e valorizzazione di ogni profilo, venivano demandate allo sforzo associazionistico di chi, come ANUPI TNPEE, a livello esclusivamente volontaristico, portava avanti le istanze di riconoscimento professionale e di trasparenza nei confronti della salute pubblica dei cittadini. Questa azione di controllo per la legalità e il contrasto all’abusivismo continuerà ancora, vigilando anche su situazioni come la recente proposta di deroga all’articolo 41 della Legge Lorenzin Più di 90.000 professionisti della sanità hanno riconosciuto il valore di questo traguardo, e si sono iscritti all’Albo dei relativi profili professionali, mettendo in primo piano e dichiarandolo pubblicamente, il proprio percorso formativo e professionale. Siamo certi che attraverso il libero confronto e la condivisione di intenti, sarà possibile arrivare ad una soluzione che rispetti la legalità e tuteli tutti i cittadini che ci affidano la loro salute.

Vi proponiamo a riguardo una pubblicazione del 19/11/2018 tratta dalla pagina online "Quotidiano Sanità":

Articolo Quotidiano Sanità sulla Manovra art. 41