Associazione Professionale

A N U P I  T o s c a n a

 

Questa relazione ci propone un percorso a ritroso nella storia della sezione toscana dell’associazione ANUPI, a partire dalla costituzione dell'Associazione ANUPIToscana, nel  27 giugno 2009, fino alla nascita della sezione, che risale al maggio 2000.

Appena costituito, il Direttivo della sezione regionale individua come obiettivo prioritario l'individuazione di uno strumento per entrare in contatto con tutti i soci ANUPI della Toscana per:

  • conoscere la situazione formativa e lavorativa
  • far sapere che la Sezione Regionale può fornire servizi ai soci
  • chiedere disponibilità di tempo ed energie per realizzare insieme progetti

Si decide di realizzare un questionario da inviare a tutti i soci. La raccolta dati effettuata attraverso il questionario (28 questionari pervenuti a fronte di oltre 40 spediti) dalla quale è stato estrapolato un articolo che è stato pubblicato sul numero 12 della rivista Psicomotricità ci ha consentito di conoscere bene la situazione formativa e lavorativa (occupazione, ambiti di intervento, fasce d’età) dei soci e quindi di poter proporre iniziative vicine agli interessi culturali e professionali dei colleghi. Si è potuto inoltre fornire, a privati o enti pubblici che ce lo hanno richiesto, i nominativi di psicomotricisti potenzialmente interessati a proposte di lavoro.

 

 27 luglio 2009

COSTITUZIONE DI ANUPI TOSCANA

A seguito di nuove disposizioni della Regione Toscana, che richiedono alle associazioni professionali di avere autonomia giuridica per poter usufruire di benefici e riconoscimenti, in data 27 luglio 2009 si costituisce, presso un notaio di Pistoia, AnupiToscana con sede a Firenze.

I soci fondatori dell’associazione sono in parte soci di vecchia data che hanno già ricoperto cariche nella sezione regionale: Livia Laureti, Paolo di Iorio, Kim Amelotti e in parte soci di recente  adesione: Vania Pirrone, Riccardo Atzei e Marco Ricci; si viene dunque a costituire un primo Consiglio Direttivo che usufruisce del patrimonio di esperienze maturate nella sezione regionale e che può contare su nuove idee ed energie. AnupiToscana, pur essendo associazione autonoma, continuerà a mantenere uno stretto legame con l’associazione nazionale ANUPI.

 

Attività svolte negli anni 2008 e 2009

 

GRUPPO ANALISI DELLE COMPETENZE PROFESSIONALI

Il Consiglio Sanitario Regionale svolge le sue funzioni attraverso differenti Commissioni Permanenti tra cui la Commissione Formazione. All’interno della Commissione è nata la proposta di costituire un gruppo di lavoro con l’obbiettivo di analizzare le competenze professionali.

Il lavoro è partito a fine 2006 coinvolgendo un primo gruppo di profili professionali della sanità, ai quali, in un secondo tempo, se ne sono aggiunti altri. Pertanto ogni Associazione Professionale ha indicato un Referente Regionale relativo al proprio profilo, che ha costituito un gruppo di lavoro (focus group) il più possibile rappresentativo dell’area geografica (toscana) e delle organizzazioni implicate nella formazione e nella tutela della professione. Per ogni profilo preso in considerazione si sono definite le competenze che lo caratterizzano (distinte in competenze di base, trasversali, tecnico-professionali specifiche e tecnico-professionali trasversali al settore socio-sanitario).

Nell’aprile del 2008 la Dr.ssa Ambra Amerini del Servizio Analisi e Valutazione dei processi formativi e delle competenze professionali dell’Agenzia per la Formazione c/o la ASL 11 di Empoli invita la sezione regionale ANUPI ad aderire al lavoro per quanto concerne il profilo professionale del Terapista della Neuro e Psicomotricità dell’Età Evolutiva. Si costituisce il Focus Group composto da soci ANUPI e altri professionisti provenienti da diverse province della Toscana e da contesti differenziati: ASL, Università e ambito privato, coordinato da un rappresentante della sezione regionale toscana dell’ANUPI.

Il Focus Group, attraverso un intenso lavoro di rete, giunge alla stesura della mappa delle competenze specifiche, della mission e della job description.

Il secondo step del percorso, finalizzato ad un confronto sulle competenze tra profili professionali affini, ha avuto inizio in data 29 giugno 2009. Seguiranno ulteriori incontri  per avviare una proficua  collaborazione al fine di stabilire linee di lavoro comuni per la promozione delle rispettive figure professionali e per fornire indicazioni agli organismi preposti alla formazione universitaria e  all’aggiornamento ECM.

 

 Firenze 23 Maggio 2009

INCONTRO DI INFORMAZIONE E DISCUSSIONE SU " NUOVE OPPORTUNITA' E PROSPETTIVE  PROFESSIONALI IN REGIONE TOSCANA"

Argomenti trattati:

LE OPPORTUNITA’ OFFERTE DALLE LEGGE REGIONALE 73/08:  fondo di rotazione e prestiti agevolati per i nuovi professionisti; istituzione di  un organismo consortile multidisciplinare  al servizio delle associazioni; rappresentanza della professione presso la Commissione Regionale.

LE COMPETENZE TECNICO-PROFESSIONALI SPECIFICHE DEL TNPEE: documentazione prodotta dal Gruppo di lavoro della Commissione Formazione Sanitaria della Regione Toscana.

PROSPETTIVE, INTERESSI  ED OBIETTIVI DEI TNPEE nella regione Toscana.

Partecipanti all’incontro:

Andrea Bonifacio: Presidente nazionale ANUPI

Giulio Santiani: Responsabile sezioni regionali

Paolo Di Iorio, Livia Laureti, Kim Amelotti, Raffaello Rossi: sez. regionale toscana

Data l'importanza dei temi trattati i direttivi regionale e nazionale hanno autorizzato l'ingresso a tutti professionisti e agli studenti residenti in regione Toscana, anche se non soci.

 

Attività svolte anni 2006 e 2007

 

GIORNATE ESPERIENZIALI

Tre eventi di aggiornamento (giornate esperienziali) organizzate fuori regione (per venire incontro alle richieste dei soci ANUPI del Lazio) che riguardano i metodi di valutazione in ambito psicomotorio: Gross Motor, Cornoldi, ABC Movements.

 

14 ottobre 2006

Valutazione del linguaggio e valutazione dei disturbi di apprendimento condotta da Anne Marie Souquet Terapista della Riabilitazione e Psicomotricista presso la ASL Roma E

 

26 maggio 2007

Le scale di sviluppo Brunet Lezine e Uzigiris Hunt: integrazione e confronto  condotto da A. De Luca, coordinatrice del Corso di Laurea in Terapia della Neuro e Psicomotricità Università di Roma Torvergata.

 

 24 Novembre 2007

ABC MOVEMENT  Il corso teorico/pratico viene condotto da Angela Spaziani, TNPEE e Pedagogista.

 

 13 ottobre 2007

CONVEGNO ECM

La terapia neuropsicomotoria: specificità e transdisciplinarità

Le buone prassi  tra i riabilitatori  che orientano la famiglia e fanno crescere il bambino -

Il convegno, interamente organizzato dalla sezione regionale ANUPI della Toscana, ha messo in luce le  aree di intervento peculiari della terapia neuropsicomotoria e l’efficacia del contributo del TNPEE che opera all’interno dell’equipe  per il trattamento di situazioni cliniche complesse. La tavola rotonda conclusiva ha affrontato le criticità inerenti questa professione.

Hanno partecipato:

Andrea Bonifacio, Presidente A.N.U.P.I.

Fabio Comunello Vice-Presidente A.N.U.P.I.

Anna Pasquinelli, Presidente CdL  TNPEE Firenze e  Paola Allori, Coordinatrice CdL

Franca Duchini Coordinatrice CdL  TNPEE Pisa.

Paola Savini, psicomotricista e TNPEE Vicenza

Claudio Ambrosini, psicomotricista e  TNPEE, Milano

Giovanna Gison, psicomotricista e TNPEE, psicologa, Napoli

ASL 10 Firenze: L.Roberti fisioterapista, A. Agostini logopedista, N. Landi neuropsichiatria inf.

L. Laureti psicomotricista e TNPEE

E. Benvenuti psicomotricista e pedagogista, Cooperativa Sociale S. Pietro a Sollicciano Firenze

B.Spolaor logopedista L. Modolo TNPEE, , E.Sato TNPEE, Vicenza

 

Attività svolte anno 2005

 

ANUPI diventa l’associazione rappresentativa a livello nazionale per DM 14/4/2005 della figura professionale del TNPEE, pertanto, a partire dal 2005 viene invitata a inviare rappresentanti regionali alle Commissioni di Laurea presso l’Università di Pisa, in seguito presso l’Università di Firenze.

 

INCONTRI DI AGGIORNAMENTO

28 maggio 2005 (Pontassieve):

“Musicoterapica e Comunicazione facilitata” con la Dott.ssa Giordania Mariani;

 

 26 novembre 2005 (Pontassieve):

“L’uso del computer e il software dedicato per i disturbi di apprendimento” con la Dott.ssa Graziella Casula;

 

17 dicembre 2005 (Badia a Ripoli):

“Materiale psicomotorio di nuova generazione” con il Dott. Antonio Maone.

 

Attività svolte nell'anno 2004

 

Sostegno organizzativo ai soci della Toscana impegnati nel percorso universitario alla Sapienza di Roma per il conseguimento della laurea in Terapia della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva.

 

Attività svolte anno 2003

 

Incontro con il Prof. Giovanni Cioni all’Istituto Stella Maris (Calambrone, 26 marzo).

L’incontro ha avuto lo scopo di verificare la disponibilità a valutare i crediti formativi derivanti dalla formazione in psicomotricità dei soci ANUPI ai fini dell’accesso al corso di laurea in TNPEE dell’Università di Pisa.

 

Pubblicazione sul n.18/2003 della rivista ANUPI Psicomotricità- sezioni regionali- dell’articolo di Livia Laureti: La psicomotricità in ambito educativo: riferimenti teorici e metodologie di intervento a confronto

 

INCONTRI DI AGGIORNAMENTO

 

12 aprile 2003

La realizzazione dell’intervento psicomotorio dal punto di vista progettuale, organizzativo e amministrativo.

Luigina Dario, psicologa, psicomotricista

 

 7 giugno 2003

Il ruolo dell'Istituto Scientifico Stella Maris nel servizio sanitario della Regione Toscana per l'assistenza alle patologie psichiatriche dell'infanzia e dell'adolescenza; presentazione del Corso di Laurea in Terapia della Neuro e Psicomotricità dell'Età Evolutiva dell'Università di Pisa.

Giovanni Cioni,neuropsichiatra infantile, presidente Corso di Laurea di Terapia della Neuro e  Psicomotricità dell'Età Evolutiva Università di Pisa

 

 29 novembre 2003

La pratica psicomotoria in ambito terapeutico (parte teorica)

Cinzia Mion, psicopedagogista, psicomotricista, dirigente scolastico

 

Attività svolte nell' anno 2002

Nel corso delle giornate di aggiornamento 2001 ci rendiamo conto del fatto  che la sezione regionale Toscana è composta da psicomotricisti con formazioni diverse, ai quali si aggiungono neo laureati (o diplomati universitari) in Terapia della Neuro e Psicomotricità dell’Età Evolutiva (TNPEE) e che c’é un grande interesse e desiderio di scambio di esperienze.

Nel dicembre 2001 il Direttivo toscano, raccogliendo i suggerimenti provenienti dall’assemblea dei soci, decide di  dedicare l’aggiornamento 2002 al confronto sulla  pratica.

L’obbiettivo è quello di cercare, attraverso un’esperienza di psicomotricità, le radici comuni alle varie formazioni, ma anche, di trovare un linguaggio comune per confrontarsi sui vari modi di operare.

Per favorire lo scambio di esperienze basato sulla pratica vengono contattati relatori (psicomotricisti) di formazioni diverse e di chiara fama. Si organizzano dunque seminari incentrati sulla pratica psicomotoria rivolta al  gruppo in età evolutiva con particolare approfondimento del concetto di prevenzione e del ruolo del gioco.

 

 

Attività svolte anno 2001

 

INCONTRI DI AGGIORNAMENTO

Ogni incontro viene suddiviso in due parti: una prima parte (mattina) tenuta da un esperto  (neuropsichiatra o psicologo) una seconda parte (pomeriggio)gestita da alcuni soci che presentano le loro esperienze lavorative e si confrontano con i partecipanti. Gli incontri hanno una tematica unica per l’intera giornata: l’osservazione, la prevenzione al disagio nella prima infanzia, la relazione adulto-bambino in ambito scolastico.

 

7 aprile 2001

L’OSSERVAZIONE: CENNI SULL’ORIGINE DEL METODO OSSERVATIVO, I METODI OSSERVATIVI, CLINICA DELL’OSSERVAZIONE

Dott.ssa Cristina Di Paco, neuropsichiatra A.S.L. 2 di Lucca

 

 28 aprile 2001

LO SVILUPPO NEUROPSICOMOTORIO 0-6 ANNI TRA NORMALITA’ E PSICOPATOLOGIA

Dott.ssa Nerina Landi, neuropsichiatra A.S.L. 10 di Firenze

 

 20 ottobre 2001

IL LINGUAGGIO FONDANTE DELLA RELAZIONALITA’ PRIMARIA

Dott.ssa Emanuela Manfredi, psicologa, psicomotricista, psicoterapeuta Università La Sapienza, Roma

 

 17 novembre 2001

LA FORMAZIONE PSICOMOTORIA DELL’EDUCATORE

Dott. Marino Ostanel, psicomotricista, psicoterapeuta, analista corporeo della relazione, Firenze