Iscrizioni e Rinnovi 2018

Aperte dal 15 gennaio

Ti ricordiamo che l’assicurazione RCT è obbligatoria per svolgere la nostra attività professionale.

 

 

 

Corso FAD (25 ECM) - La professione del TNPEE origini ed evoluzione nel tempo

Mirabasso Carlo 1959 dipinti - La buona novella 

È attivo ed è GRATUITO per tutti i soci ANUPI TNPEE in regola con la quota associativa 2017. Ai fini del conseguimento dei crediti ECM per l’anno in corso, la FAD dovrà essere conclusa con esito positivo entro il 31 dicembre 2017. 

NON SEI SOCIO? Se sei un TNPEE puoi partecipare alla FAD al costo di soli €90 >>

SEI SOCIO? Clicca qui per procedere >>

 

 

 

QUOTA ASSOCIATIVA 110 €

90 € ENTRO IL 15 FEBBRAIO 

80 € neolaureati 2017 e sessioni primaverili 2018 
20 € neolaureati sessioni autunnali 2018
  5 € spese di registrazione per rientro

 

QUOTA STUDENTE 35 €

20 € ENTRO IL 15 FEBBRAIO 

 

ASSICURAZIONI

Compagnia AMTRUST

45 € polizza RCT massimale 2 Milioni - info >>
30 € polizza INFORTUNI massimale 50.000 euro - info>>

 

>> TI ISCRIVI PER LA PRIMA VOLTA?

>> SEI GIÀ SOCIO E DEVI RINNOVARE?

>> SEI STUDENTE?

 

 

L'Associazione
ha compiuto 30 anni!

 

puntina

Associazione dei Terapisti della Neuro e Psicomotricità dell' Età Evolutiva (TNPEE)

E' l'Associazione rappresentativa dei Terapisti della Neuro e Psicomotricità dell' Età Evolutiva (TNPEE) per l'ambito sanitario, in virtù del Decreto Ministeriale (14/04/05)

In particolare in ambito Sanitario, l'Associazione è impegnata attualmente, in collaborazione e sinergia con i rappresentanti delle altre professioni sanitarie riuniti nel CONAPS, nel conseguimento degli Ordini e Albi professionali.

Rappresenta i TNPEE in tutte le sedi in cui sia necessario un parere, un controllo che garantisca tutti i colleghi che esercitano questa professione.

 

CONAPS

 



ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI ANUPI TNPEE

 

 

 

 AVVISO IMPORTANTE


Gentili soci, le assemblee ordinaria e straordinaria indette per il 27 gennaio 2018 , a causa dei cambiamenti conseguenti all'approvazione del DDL Lorenzin, vengono spostate nel mese di febbraio, in data e luogo che verranno comunicati a breve, per consentire il confronto con le altre professioni sanitarie in sede CONAPS in merito alle  trasformazioni che tutte le Associazioni dovranno realizzare.

 

Ultimi Articoli

ANUPI TNPEE esprime cordoglio per la perdita della Professoressa Mara Marcheschi

ANUPI TNPEE esprime cordoglio per la perdita della Professoressa Mara Marcheschi

Il 10 gennaio è venuta a mancare la professoressa Mara Marcheschi, neuropsichiatra infantile dell’Università di Pisa nonché coordinatrice della linea di ricerca in Psicopatologia dello sviluppo della Stella Maris. Il suo decesso è avvenuto quasi due anni dopo a quello del marito, il professore Pietro Pfanner, riconosciuto insieme a lei tra i 'padri fondatori' di quello che negli anni ’50 era un istituto clinico extrauniversitario per disabili neuropsichici, nucleo di quello che diverrà l’attuale IRCCS Fondazione Stella Maris. La professoressa Marcheschi visse insieme al marito l'iter che condusse l’Istituto a diventare già negli anni ’70 la più grande struttura assistenziale italiana per la neuropsichiatria dell'età evolutiva, grazie allo sviluppo dell’attività di assistenza, ricerca e didattica di carattere nazionale e successivamente il riconoscimento a istituto a carattere scientifico. Insieme a lui realizzò studi e firmò testi fondamentali in tema di sviluppo neuropsichico del bambino e dell’adolescente e delle sue problematiche, nonché sull’importanza della riabilitazione.Densissimo fu il percorso professionale della professoressa Mara Marcheschi: dopo la laurea in medicina e chirurgia la specializzazione in malattie nervose e mentali, quella in neuropsichiatria infantile e l’idoneità a primario ospedaliero. Nel 1980 divenne professore associato in Neuropsichiatria Infantile all’'università di Pisa e presso l’Istituto Scientifico Stella Maris. Mara Marcheschi fu direttor...

IL Ddl Lorenzin sulla riforma degli Ordini professionali e le sperimentazioni cliniche è legge

IL Ddl Lorenzin sulla riforma degli Ordini professionali e le sperimentazioni cliniche è legge

Carissimi soci e colleghi,il Ddl Lorenzin sulla riforma degli Ordini professionali e le sperimentazioni cliniche è legge. Dopo un iter parlamentare durato quasi tutta la legislatura, è arrivato questa mattina il via libera definitivo dall'Aula di Palazzo Madama, con 148 voti favorevoli, 19 contrari e 5 astenuti. La legge, oltre a occuparsi della riforma degli Ordini professionali sanitari, si occupa anche di sperimentazioni cliniche, medicina di genere, abusivismo professionale e dirigenza del ministero della Salute.Difatti l'Art. 4 della Legge recita che <<come prima innovazione rispetto alla normativa vigente istituitiva degli Ordini il ddl prevede una nuova definizione degli Ordini che vengo definiti come "enti pubblici non economici", che "agiscono quali organi sussidiari (superando così la tradizionale definizione di "enti ausiliari" utilizzata di norma finora ndr.) dello Stato al fine di tutelare gli interessi pubblici, garantiti dall'ordinamento, connessi all'esercizio professionale".E questa è solo una delle definizioni specifiche sulla natura giuridica degli Ordini sanitari che ora vengono messe nero su bianco entrando nel merito della loro natura economica e patrimoniale, del loro ruolo e delle loro funzioni.In particolare, la nuova disciplina prevede, come prima accennato, un ammodernamento degli ordini delle professioni sanitarie, adeguando la normativa di riferimento agli ordini vigilati dal Ministero della Salute con riferimento al loro funzionamento inter...

Autismo: il modello italiano

Autismo: il modello italiano

    Lo studio su “Intervento multimodale precoce per bambini con Disturbo dello spettro autistico” è promosso da un gruppo di ricerca che coinvolge quattro università (Università di Trento, Università di Napoli Federico II, Università della Campania Luigi Vanvitelli, Università Milano-Bicocca) e tre centri di riabilitazione e formazione campani (Fondazione Istituto Antoniano, Centro medico riabilitativo Pompei, La casa dei Giochi onlus). Sviluppato sulla base delle principali raccomandazioni internazionali, prevede l’impiego di interventi standardizzati sul bambino, il coinvolgimento attivo dei genitori attraverso un parent-coaching ispirato al modello PACT (Pre-school Autism Communication Therapy) e, per i bambini scolarizzati, il supporto educativo al personale scolastico. Principale obiettivo dello studio è verificare l’efficacia di un modello terapeutico capace di integrare tra loro interventi evidence-based per i Disturbo dello spettro autistico e declinarli nei diversi contesti di vita ponendo attenzione non solo al profilo funzionale del bambino e alle competenze essenziali per lo sviluppo neuropsichico ma anche alle risorse contestuali ed alle esigenze di sostenibilità. Tutte le fasi dello studio saranno monitorate dall’Istituto Superiore di Sanità. Leggi tutto ...

NEWS Nazionali dell’Associazione

Jornadas Internacionales EDAI 2016 Optimización de los recursos en un contexto de crisis: Práctica Clínica, Innovación e Investigación

Jornadas Internacionales EDAI 2016  Optimización de los recursos en un contexto de crisis: Práctica Clínica, Innovación e Investigación

Barcelona Cosmocaixa Calle Isaac Newton 26 Il ruolo del TNPEE nei servizi EDAI di attenzione ed intervento precoce. ANUPI TNPEE è presente alle giornate internazionali di Barcellona attraverso la relazione della Socia dott.ssa Benedetta Zecchi   ITALIANO "L'obiettivo di questo lavoro è spiegare il ruolo del Neuropsicomotricista, il suo profilo professionale e come, grazie al suo intervento specifico in età evolutiva, influisce in Atención Precoz (questo termine è riferito ai centri di sviluppo infantile e attenzione precoce "CDIAP" che rivolgono i loro interventi a bambini nei primi anni di vita dagli 0 ai 6 anni). A partire da una spiegazione di come le strutture neurologiche organizzano l'espressione motoria, si enfatizza l'importanza del funzionamento sensorio-percettivo in relazione alla sfera emotiva seguendo le teorie dell'integrazione corpo-mente" 36 interventi a livello nazionale e internazionale di grande prestigio come Peter Fonagy, Colwyn Trevarthen, Norka Malberg, Lopa Winters, Miquel Serra, Nelly Padilla, Ascension Martin, J. L. Tizón, Alejandro Ávila, Marc Monfort, Elena Piñero, Mercè Leonhardt... Tre giorni di sessioni parallele, 18 ore di formazione, itinerari di Salute Mentale, Logopedia, Fisioterapia, Assistenza Sociale e Neuropediatria, nei quali si presenteranno metodologie all'avanguardia nell'ambito dell'intervento rivolto all'infanzia e al contesto familiare. Primo premio per il miglior poster per la ricerca:300 €; 2º Premio 150 €   ...

Legge di stabilità regionale 2016 per la Regione Campania - Riteniamo indispensabile la presenza del TNPEE in materia di cura dei disordini del neurosviluppo

Legge di stabilità regionale 2016 per la Regione Campania - Riteniamo indispensabile la presenza del TNPEE in materia di cura dei disordini del neurosviluppo

Carissimo collega, riteniamo opportuno segnalarTI quanto è accaduto in queste ultime settimane in Regione Campania. In seguito all' approvazione della legge regionale del 18 gennaio 2016 in materia di   Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione finanziario per il triennio 2016-2018 della Regione Campania Legge di stabilità regionale 2016     la  SEZIONE CAMPANIA / MOLISE DELLA  SINPIA (SOCIETA ITALIANA DI NEUROPSICHIATRIA INFANTILE), ATTRAVERSO LE PAROLE DEL SUO SEGRETARIO, DOTT.SCUCCIMARRA ha ritenuto A QUESTO PUNTO doveroso esprimere la propria ferma posizione in merito al punto sotto evidenziato, presente nell'art.8 in essa contenuto:   "6. Al comma 206, dell'articolo 1 della legge regionale 16/2014, dopo le parole "sociosanitarie e sociali di cui alla legislazione vigente" sono inserite le seguenti: "e l'adozione di un percorso diagnostico terapeutico personalizzato (PDTA) che prevede:  a) precocità della diagnosi e della riabilitazione;  b) la presa in carico congiunta del paziente con diagnosi di spettro dell'autismo attraverso il coordinamento dei servizi Cure domiciliari, Sociosanitari e Materno infantile;  c) adozione del metodo Analisi Comportamentale Applicata (ABA) come metodologia a cui ispirare tutti gli interventi, nel rispetto delle linee guida di neuropsichiatria infantile.  [...].     RIPORTIAMO IL COMMENTO DELLA SINPIA CAMPANIA NEL LINK SOTTOSTANTE. http://www.quotidianosanita.it/     In quanto Associazione ...